Come fare per...

Reclami

  • Che cos'è un reclamo?

    Il reclamo è una comunicazione scritta, indirizzata al fondo pensione, con la quale si intendono segnalare irregolarità, criticità o anomalie relative alla gestione del fondo stesso.
     

  • Che cos' è un esposto?

    L'esposto è una comunicazione scritta, indirizzata alla COVIP, con la quale si intendono segnalare irregolarità, criticità o anomalie relative alla gestione di un fondo pensione. E' indirizzato direttamente alla COVIP, dopo essersi rivolti al fondo, se:
    • il fondo pensione interessato non ha fornito una risposta entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta;
    • la risposta fornita non è ritenuta soddisfacente.

  • Come si può presentare un reclamo?

    Per presentare un reclamo al proprio fondo pensione, bisogna compilare e spedire al fondo il modulo di presentazione dei reclami che si trova nella sezione “Reclami” del sito.
     

  • Quali sono i termini entro cui il fondo deve rispondere?

    Il fondo pensione deve dare risposta a chi presenta il reclamo entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta.

  • Se non ricevo risposta dal fondo o la risposta non mi soddisfa, cosa posso fare?

    Se il fondo pensione non ti ha fornito una risposta entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta o la risposta fornita non è ritenuta soddisfacente, puoi segnalare la situazione direttamente alla COVIP attraverso un esposto.

  • E’possibile presentare un reclamo per conto di terzi?

    Per presentare un reclamo per conto di un altro soggetto è necessario essere a ciò delegati dal soggetto interessato. In tal caso, chi effettua l'invio deve indicare chiaramente qual è il soggetto per conto del quale il reclamo è presentato e il reclamo deve contenere almeno la firma del soggetto che ha dato l'incarico o recare in allegato una copia dell'incarico conferito.
    Se l’invio viene fatto da uno studio legale, un’associazione di tutela dei consumatori o un patronato, questi sono tenuti a indicare nel reclamo le proprie valutazioni, cioè gli elementi in base ai quali reputano che la situazione lamentata sia fondata.
    Il reclamo devono inoltre contenere l'indirizzo del soggetto per conto del quale è presentato.

  • Quando è possibile scrivere direttamente alla COVIP?

    Per ottenere i necessari chiarimenti in merito alla situazione riscontrata o la soddisfazione delle proprie richieste, è necessario in primo luogo presentare un reclamo al fondo pensione, il quale è tenuto a fornire una risposta entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta.
    E' possibile scrivere alla COVIP, dopo essersi rivolti al fondo, se:
    • il fondo pensione interessato non ha fornito una risposta entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta;
    • la risposta fornita non è ritenuta soddisfacente.
    E' comunque possibile scrivere direttamente alla COVIP in situazioni di particolare gravità e urgenza, potenzialmente lesive per la collettività degli iscritti al fondo: di norma, sono tali le situazioni segnalate da associazioni o da altri organismi di rappresentanza degli iscritti.
    La COVIP non prende in considerazione gli esposti anonimi.

  • Come deve essere inviato l'esposto direttamente a COVIP?

    L’invio di un esposto alla COVIP non richiede particolari formalità. L'esposto deve avere come destinatario principale la
    COVIP – Commissione di vigilanza sui fondi pensione e deve essere trasmesso mediante servizio postale al seguente indirizzo
    Piazza Augusto Imperatore, 27 – 00186 Roma
    o inviato via fax al numero: 06.69506.306
    o trasmesso da una casella di posta elettronica certificata all'indirizzo:
    protocollo@pec.covip.it

  • E’ possibile presentare un esposto per conto di terzi ?

    Per presentare un esposto per conto di un altro soggetto è necessario essere a ciò delegati dal soggetto interessato. In tal caso, chi effettua l'invio deve indicare chiaramente qual è il soggetto per conto del quale l'esposto è presentato e il l'esposto deve contenere almeno la firma del soggetto che ha dato l'incarico o recare in allegato una copia dell'incarico conferito.
    Se l’invio viene fatto da uno studio legale, un’associazione di tutela dei consumatori o un patronato, questi sono tenuti a indicare nell'esposto le proprie valutazioni, cioè gli elementi in base ai quali reputano che la situazione lamentata sia fondata.
    L'esposto devono inoltre contenere l'indirizzo del soggetto per conto del quale è presentato. La COVIP può infatti ritenere opportuno indirizzare eventuali comunicazioni di riscontro anche a quest'ultimo.